INSEGNANTE

Micaela Zuliani  sito istituzionale https://www.micaelazuliani.com
titolare e fotografa di Portrait de Femme ®
titolare e insegnante di Scuola di Boudoir
titolare del magazine Fotografia Boudoir Italia

Micaela Zuliani conosciuta a livello nazionale e internazionale per i progetti Boudoir Disability, Portrait de Femme Therapy (rivolto alle donne malate di cancro) e per il suo stile anticonvenzionale e sempre controcorrente nel rappresentare la donna.
Diffonde dal 2010 il Boudoir in Italia, promuovendo una fotografia di Donna libera, autentica, reale, senza discriminazioni e senza ritocchi estetici con photoshop, al fine di sdoganare e legittimare ogni tipologia di donna. 
Membro dell’AIBP Association of International Boudoir Photographers, membro Boudoir International.
Gestisce “Fotografia Boudoir Italia magazine”, la 1° rivista online di settore.
Autrice di campagne sociali: ha realizzato importanti campagne sociali, che hanno riscosso un notevole interesse sui più famosi media (Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, IlSole 24ORE, La Repubblica, Vanity Fair, Sette, La Stampa, Italia Post, in tv Rai2).
Ha vinto il premio come campagna sociale  al Web Marketing Festival 2016 con il progetto “Boudoir Disability”
Autrice di campagne sociali, ed eventi speciali; promotrice della fotografia come strumento terapeutico, ha collaborato nel 2016 con la LILT Lega Italiani per la lotta contro i tumori di Bologna realizzando il progetto Portrait de Femme Therapy con le donne malate di cancro; tra gli obiettivi del progetto, apprezzabile l’opportunità emersa di offrire loro un ritratto valorizzante di se stesse al fine di migliorarne l’autostima e favorire la cura oncologica intrapresa.
Utilizza la fotografia come terapia sia attraverso i servizi fotografici di Ritratto Terapia, sia tenendo corsi sull’Autoritratto come strumento di conoscenza del sé.
Scrittrice di 5 libri di fotografia (dalla manualistica per ragazzi al ritratto professionale).
Insegnante di fotografia di adulti e ragazzi, tiene corsi, workshop a tema, e sul valore della componente emozionale del ritratto fotografico e del processo rappresentativo.
Ha tenuto corsi di fotografia ai ragazzi delle Scuole Medie di Milano e presso l’APL Associazione Paraplegici Lombardia.

Titolare e fotografa presso SCUOLA DI BOUDOIR
la 1° in Italia a tenere corsi di formazione professionale di Boudoir per fotografi e per modelle :
– i corsi boudoir per fotografi offrono le basi per fotografare ogni tipologia di donna senza esperienza di posa, stimolano a guardare l’unicità di ogni soggetto e raccontarne la bellezza e il carattere.
– i corsi boudoir per modelle emergenti puntano a conoscere quali sono le parti migliori del proprio corpo, valorizzarle con pose adatte; giocare con la propria femminilità e seduzione mantenendo tuttavia la propria autenticità. 
Non è un corso di posa e portamento per lavorare nel mondo della moda, in quanto estetica ed approccio sono completamente diversi. 

I corsi (workshop e mentoring) sono prevalentemente ESPERENZIALI, si differenzano quindi dal modello tradizionale dei corsi di fotografia: 
1) si parte dall’IO: comprendere chi siamo come persone e chi siamo come fotografi; mettere a fuoco il proprio stile a seconda del temperamento che abbiamo;
2) si prosegue con l’ALTRO : comprendere chi è il soggetto che abbiamo di fronte, intuendone la personalità;
3) ci si concentra sul NOI : creare una connessione, relazione tra noi e l’altro per ottenere una fotografia che racconti si il soggetto, (come noi lo vediamo/interpretiamo) unendolo al nostro vissuto.
Il percorso necessariamente è un percorso a due, in cui il fotografo osserva, intuisce e dirige l’altro, non imponendosi ma accompagnando il soggetto a offrirsi all’obiettivo. 
L’approccio del corso è psicologico e solo successivamente fotografico. 
Per questo motivo i corsi hanno un numero ristretto di partecipanti, massimo 3, proprio per agevolare questo percorso di conoscenza e di messa in gioco degli autori stessi.”
I corsi offrono le basi per fotografare ogni tipologia di donna senza esperienza di posa, stimolano a guardare l’unicità di ogni soggetto e raccontarne la bellezza e il carattere.

1° posto al concorso dell’AIBP The Association of International Boudoir Photographers Valutazione del giudice: “L’adoro. Immediatamente attira la mia attenzione. La composizione e il modo in cui viene posata in modo non convenzionale e il modo in cui guarda nella telecamera sono perfetti.” https://www.aibphotog.com/blog/november-monthly-winners…
Le pubblicazioni le vedi alla pagina PRESS

Cosa dice la gente

LA MIGLIORE! Non c’è molto da dire se non che è la migliore, grande fotografa, grande carisma, simpatia….stimola al meglio il tuo lato artistico, attenta sempre ai dettagli. La consiglio a Tutti

Boudoir Torino

Saper leggere le persone per immortalarne l’essenza è la qualità più alta che riconosco in Micaela.
Lo shooting con lei è un’ esperienza intensa e introspettiva che regala consapevolezza e a volte pure il sorriso di scoprirsi belle più di quanto non si pensasse😉

Tatiana Reggiani

Micaela è una psicologa prima ancora che fotografa 

Cioè riesce a sbloccare il soggetto da fotografare facendolo parlare come se fosse a un tavolino a bere il caffè in relax

Questo fa sì che le foto risultano spontanee e si esprimono le vere emozioni. 
Con il servizio fotografico Boudoir mi ha dato una carica incredibile e mi sono vista bellissima e sexy. 
Grazie davvero

Francesca

Tutte le recensioni verificate le trovate su TRUSTPILOT